All’evento rievocativo del Corteo storico di Ruvo di Puglia, giunto alla 6^ edizione, “Ruvo, Carafa e la leggenda” ha partecipato, come sempre, l’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore “Federico II stupor mundi“ di Corato, diretto dal Preside prof. Savino Gallo, con le classi degli indirizzi Metalli – Oreficeria, sotto il coordinamento e la supervisione dei professori dell’indirizzo, tra i quali la docente che ha presentato e curato il progetto, la prof.ssa Concetta Scardigno.

Gli studenti, per l’occasione, hanno realizzato gioielli e monili che i figuranti hanno indossato insieme agli abiti d’epoca del XVIII secolo.

La loro creazione è frutto dello studio di opere pittoriche del periodo, perché gli ori dell’epoca non sono giunti fino a noi, infatti, a causa del rapido cambiamento delle mode, i monili venivano continuamente modificati, fino ad essere disfatti e fusi per realizzarne di nuovi.

Attingendo ai ritratti del tempo, si sono riproposti grandi gioielli, tipici dell’epoca, dai disegni floreali e naturalistici, simmetrici e/o stilizzati, eseguiti con lamine leggere, con alcune tecniche di lavorazione del periodo, sbalzate, traforate, incise e con l’inserimento di gemme e perle.

Per le vie del centro, così, si sono rivissuti i colori e le sensazioni del XVIII secolo e a questo hanno contribuito senz’altro i gioielli, che, come nelle precedenti edizioni, hanno arricchito il corteo storico di Ruvo e che da sempre accompagnano la storia dell’uomo, dalla preistoriaai giorni nostri. Si ringrazia il Centro Studi Cultura et Memoria, organizzatori dell’evento,per la solerte e attenta collaborazione data, anche nell’accogliere gli studenti nel loro percorso di studi.