Il 10 dicembre 2018, in occasione del 70° anniversario della Dichiarazione dei diritti dell'uomo, approvata dall’ONU il 10 dicembre 1948, il Liceo Artistico Federico II Stupor Mundi, assieme a tutte le scuole della città di Corato, ha partecipato al progetto "Diritti umani: una legge nel cuore dell'uomo", organizzata dalla associazione “Vivere In”. 
Eravamo tanti, convinti di esserci, perché la dignità che viene dal riconoscimento dei diritti fondamentali di ogni essere umano, uomo, donna, bambino, bambina, senza differenziazione in base alla razza, al sesso, la lingua, la religione…  è testimonianza di civiltà. Il messaggio è che “oggi più che mai è urgente recuperare quei principi di umanità e di convivenza civile che sono alla base della Dichiarazione e che la retorica della paura sta cercando di smantellare”.

La nostra presenza si è evidenziata con la poliedricità del linguaggio fatto di arte, di musica e di parole, così come poliedrici sono i diritti che definiscono la persona in tutta la sua integrità e ricchezza.

Oltre alla lettura degli articoli della Dichiarazione e alla canzone The Wall dei Pink Floyd, il momento più emozionante della nostra testimonianza lo abbiamo affidato alle parole drammatizzate del discorso di Pericle agli ateniesi, la città simbolo della nostra civiltà, laddove, con enfasi e in modo corale abbiamo gridato “la nostra città è aperta al mondo e noi non cacciamo mai uno straniero”!

Infatti, come ci ricorda Isocrate nel Panegirico, “Atene ha fato sì che il nome di elleni designi non più una stirpe, ma un modo di pensare, dunque una comune capacità di ragionare, di convivere […] Atene ha fatto sì che siano chiamati elleni non quelli che hanno in comune con noi il sangue, ma quelli che hanno in comune con noi una cultura”.

La cultura per noi è ciò che ci consente di presidiare le mura della città democratica e le libertà politiche che la fondano.

Un sentito ringraziamento rivolgiamo al dirigente Savino Gallo e ai nostri proff che ci hanno permesso la partecipazione a questa manifestazione, alla simpaticissima vigilessa Sandra Di Gioia, molto “complice” della nostra perfomance, al vice comandande dei vigili urbani dott. Loiodice e l’ispettore G. Conticchio della PS e alla associazione “Vivere In” promotrice e organizzatrice dell’evento.

Le studentesse e gli studenti del “FEDERICO II, Stupor mundi”.

Il Liceo Artistico “Federico II stupor mundi” organizza rapporti culturali e artistici con la Sicilia contribuendo alla diffusione e alla conoscenza della ceramica in quanto materiale che ha caratterizzato la cultura e la storia del Mediterraneo.

Grazie ad un complesso Progetto Interregionale PON-FSE, Arte inFormAzione”, di Potenziamento dei percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro in tre moduli operativi nei mesi di giugno, settembre e ottobre, 45 allievi partecipano ad una esperienza significativa in un Luogo unico per interesse artistico e storico quale si è affermato nel tempo, Santo Stefano di Camastra (Messina).

Il Progetto Interregionale, coinvolge la regione Sicilia, l’Amministrazione di Santo Stefano di Camastra, il comune di Tusa, le Aziende stefanesi di antica e prestigiosa tradizione nella lavorazione artistica della ceramica siciliana “Nico Ceramiche” e “Fratelli Fratantoni” e gli Esperti del settore che operano nell’area stefanese.

Nel mese di settembre 15 Studenti dei diversi Indirizzi, guidati dalla professoressa Donatella Di Bisceglie e coadiuvati dalla professoressa Anna Acquafredda, hanno partecipato al secondo Modulo nella Città delle Ceramiche mentre il terzo ed ultimo Modulo si svolgerà nella prima metà del prossimo mese ottobre.

Finalità generale dell’intero Progetto è la sperimentazione pratica dei nessi tra Ragione e Creatività , quindi tra Conoscenza e Competenza, articolata in esperienze dirette nei diversi settori coinvolti nelle realizzazioni previste.

L’Ente Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese di Guardiagrele (CH), in collaborazione con l’Università Europea del Design di Pescara, ha conferito il terzo premio del concorso nazionale “DesignLoci Contest” al progetto-manufatto “Stella di Puglia” delle Alunne del Liceo Artistico “Federico II stupor mundi “ di Corato Giorgia De Feudis, Gaia Lotito, Sonia Marasciuolo del terzo anno dell’Indirizzo Design Legno.

A decretarlo la Giuria presieduta dall’arch. Matteo Pirola e composta da un rappresentante dell’Ente Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese, dal Direttore dell’Università Europea del Design di Pescara, da Esperti del settore con la seguente motivazione: “Per essersi abilmente confrontati con una forma molto complessa ed averla gestita correttamente sia in fase di progettazione che di prototipazione, ottenendo un prodotto versatile seppur complesso nel suo linguaggio”.

L’ opera, con le sue tavole progettuali, è stata esposta presso il Palazzo dell’Artigianato a Guardiagrele dal 1° al 26 agosto 2018 per la 48ª Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese.